Per il Sociale

La nostra filosofia

Perché i veri protagonisti sono i nostri ragazzi

La pallacanestro come “stile di vita”: vuole essere uno sguardo verso l’altro e, verso l’alto, lo sport inteso non solo come benessere psico-fisico, ma come aiuto all’integrazione sociale, per un’etica della responsabilità e dell’impegno e come supporto alle famiglie nell’educazione dei figli. La pallacanestro con la sua rapidità e velocità di esecuzione diventa abbondanza di immagini, pensieri, sensazioni e quindi aiuta i ragazzi a capire e a interpretare meglio i numerosi stimoli a cui ci sottopone la società odierna. La pallacanestro, in questo mondo virtuale, diventa un’esperienza del reale. Il semplice gesto del tiro comporta l’aprirsi verso l’esterno di una postura spesso chiusa in molti ragazzi; così come il passaggio ad un altro componente del gruppo è l’inizio di un cammino di relazione e il primo passo verso una forma di dialogo. Il gioco rappresenta uno strumento di contatto speciale con tutti i ragazzi e deve essere sentito come una grande fortuna e un’altrettanto grande responsabilità per chi lo usa. L’attività sportiva è portatrice di una sua originalità perché dal suo interno può emergere un messaggio etico di grande qualità per la persona e la comunità sportiva. In conclusione: dobbiamo prendere coscienza che attraverso la pallacanestro ci si può assumere la responsabilità di essere una comunità educante.