Serie C: Cestistica galattica. Batte Fidenza ed è prima da sola

Una Cestistica Argenta formato galattico travolge nel big match di sabato sera la Fulgor Fidenza e si guadagna una sosta natalizia da prima della classe in solitaria. La formazione di coach Bacchilega, sostenuta da un Pala Don Minzoni stracolmo, scarta il più bel regalo di questa straordinaria stagione, al termine di una prestazione devastante, perfetta sotto tutti i punti di vista, in cui gli ospiti, dopo due quarti in equilibrio, sono stati sommersi dai padroni di casa, che hanno toccato addirittura il +30, accontentandosi poi di un comunque sonoro 96-75. Argenta parte forte con Demartini in penetrazione e Magnani a garantire sin da subito, oltre alla solita puntuale regia, tanti punti a referto. Fidenza, senza Maggi e Garofalo, si appoggia come da copione a Perego, ma trova canestri importanti anche dal play Massari. A metà primo quarto si scalda anche Malagolini con due missili da tre, ma poi è costretto a sedersi in panchina per il terzo fallo. Ci pensano le torri Martini e Montaguti a segnare i punti del 22-19 con cui si chiude la prima frazione. Nel secondo quarto, dopo un paio di minuti, la Fulgor fa segnare il suo primo vantaggio, che dura pochissimo. Dopo un time-out utile a riordinare le idee, la Cestistica si riporta avanti con due triple di Demartini, ma deve fare i conti con un paio di fischiate (tra cui anche due tecnici) che tengono in vita gli emiliani. All’intervallo, è perfetto equilibrio: 44-44. Dopo la pausa, i biancoblu sfoderano il capolavoro. Con Demartini out per i problemi alla schiena, sono Magnani e Alessandro Alberti che prendono in mano la squadra. Il primo gestisce ogni situazione in maniera impeccabile; il secondo, oltre a proseguire la missione sullo spauracchio Di Noia, tenuto ad un solo canestro da campo, dà ritmo e segna anche da fuori. Quando poi ci si mette anche Quaiotto, il dado è tratto. Con un parziale di 34-12, Argenta uccide la partita e chiude il terzo quarto avanti 78-56. Il palazzo ribolle di euforia e Magnani e compagni rispondono dando spettacolo. Davide Alberti s’infila in penetrazione, il gemello Alessandro spara da tre, Quaiotto molla triple da urlo. Incredibile ma vero: Argenta è sul +30 (86-56). Perego è l’ultimo ad alzare bandiera bianca e limita i danni. Poco male: la Cestistica manda in archivio un 2019 sempre da prima in classifica.

Tabellini

Cestistica: Magnani 17, Zanirato 1, Alberti D. 6, Demartini 10, Bonora, Alberti A. 8, Federici, Quaiotto 19, Montaguti 11, Malagolini 10, Nicoletti, Martini 14. All. Bacchilega.

Fulgor: Taddei ne, Gaduenzi 3, Paterlini ne, Brogio 6, Di Noia 6, Massari 13, Maggi ne, Montanari 5, Garofalo Ne, Arbidans 2, Perego 28, Parmigiani 12. All. Cavalieri.