Serie C: finalmente si comincia

Domani a Castel Guelfo prenderà ufficialmente il via la stagione agonistica 2021-2022 per la nostra C – Silver. Esordio impegnativo, contro una compagine di livello, che tra le sue fila schiera anche gli ex Agriesti, Santini e Montaguti. Il nostro dirigente Riccardo Gulinelli ne ha parlato con coach Bacchilega.

Ciao coach, pronto a ripartire?

Ciao Richi, sono e siamo carichi e determinati per riprendere finalmente dopo che la scorsa stagione siamo stati bloccati proprio a ridosso della partenza e tutto questo ci ha lasciato parecchio amaro in bocca. Abbiamo avuto una fase di preparazione molto intensa, sia fisicamente che mentalmente, ma dobbiamo essere pronti perché sarà un campionato duro e molto difficile.

Come giudichi la formula con i due gironi adottata quest’anno?

La formula è molto particolare e non ti permette passi falsi. La prima fase non ti permette di abbassare la guardia perché tra la quinta e la sesta posizione si transita fra inferno e paradiso e in più, nella seconda fase, ti porterai dietro solo i punti degli scontri diretti (cosa per me incapibile). Per questo ti dico che è una formula che non trova il mio massimo gradimento, ma la divisione gironi credo sia stata la scelta corretta.

La squadra è stata ulteriormente ringiovanita con l’inserimento dei ragazzi classe 2004 e 2005, azzardo o scelta ponderata?

Azzardo e scelta ponderata allo stesso tempo, per dare un segnale forte e chiaro che qui valorizziamo realmente i nostri ragazzi, crediamo in loro e vogliamo ripagare gli sforzi fatti dai ragazzi stessi e dalle loro famiglie senza fare “beneficienza” a nessuno. Vogliamo dare spazio a chi riteniamo pronto e futuribile, augurandogli che la c silver sia solo un trampolino di partenza e non di arrivo. Senza voler fare nomi, ma in queste due annate che hai citato i presupposti che qualche ragazzo possa avere ambizioni c’è.

Le amichevoli giocate in preparazione hanno fornito indicazioni contrastanti, come prevedibile del resto; a pochi giorni dal primo impegno ufficiale qual è la condizione generale?

La condizione è ancora in fase di crescita ed è secondo me normale che lo sia. Durante le amichevoli abbiamo avuto feedback altalenanti ma le abbiamo affrontate tutte dopo aver appositamente sostenuto delle sessioni di pesi o di allenamenti comunque abbastanza stressanti a livello atletico, per testare anche la forza psichica dei ragazzi da stanchi.

Un giudizio su castel guelfo, primo avversario stagionale, e più in generale sul girone B?

Guelfo è una squadra giovane ed intensa, con qualità offensiva e una buona fisicità sotto canestro grazie a Montaguti e Santini, a cui va aggiunta la dinamicità di Nanni. Da tenere assolutamente d’occhio la velocità di Goi, il playmaking di Conti e il tiro dall’arco di Agriesti per quanto concerne il reparto esterni.

Sabato 9 ottobre, Pala Marchetti, Castel Guelfo. Si riparte!