Serie C: una vittoria da sogno con F. Francia

Monumentale Cestistica Argenta. Con una prestazione a dir poco straordinaria, la formazione di coach Bacchilega supera 91-80 la prima della classe Francesco Francia, agganciandola in testa in testa alla graduatoria a quota 14 punti. Difficile trovare gli aggettivi per definire la prova dei biancoblu, attenti in difesa nel limitare le temibilissime bocche da fuoco dei bolognesi, straripanti in attacco in ogni circostanza, contropiede, transizione, difesa schierata. Le ha provate tutte Zola Predosa per evitare la prima sconfitta dell’anno, difesa a uomo, zona, pressing, ma nulla ha potuto di fronte ad una Cestistica semplicemente perfetta. In una cornice di pubblico d’altri tempi, con il Pala Don Minzoni gremito in ogni ordine di posto, Argenta fa capire subito di non avere alcun timore reverenziale. Con gli ospiti subito avanti con Bonaiuti e Ramini, sono Demartini e Quaiotto a sbloccare i padroni di casa, che, grazie ai canestri di Malagolini e Montaguti e alla tripla a fil di sirena di Davide Alberti, chiudono il primo quarto in perfetta parità (25-25). Anche nel secondo quarto, la Cestistica continua a tirare con percentuali altissime, rispondendo colpo sul colpo a Degregori e Almeoni. Una penetrazione di Davide Alberti riporta Argenta sul +6, poi, sul finire del parziale, è Montaguti a svettare, artigliando rimbalzi in serie e andando ripetutamente a segno in vernice. Si va negli spogliatoi sul 47-44. Dopo l’intervallo, ci si aspetta il sorpasso di Zola, invece è la Cestistica a dipingere il capolavoro, grazie al contributo di tutta la squadra. Quaiotto e Davide Alberti puniscono a ripetizione dalla media e lunga distanza ed è proprio un contropiede della guardia argentana a fissare il massimo vantaggio (+11), capitalizzando un assist al bacio di Demartini. Almeoni e Vivarelli riportano il Francia a -6, ma sono Davide Alberti, ancora lui, e Martini a sigillare il 71-62 con cui inizia l’ultima frazione. Gli ospiti si confermano formazione davvero forte e completa e, complici un paio di giri a vuoto in attacco dei locali, si rifanno sotto (75-71). È a questo punto che i biancoblu giocano un rettilineo finale di gara esemplare, iniziando con la specialità della casa: bomba di Davide Alberti prima, bomba da otto metri comodi di Quaiotto poi. Il Francia non si arrende e, con una tripla di Almeoni, si riporta a un possesso pieno di distanza con 1’ da giocare. Argenta in attacco, errore di Malagolini e rimbalzo di platino di Quaiotto che, sul conseguente fallo, imbuca i liberi del +5. Con 50″ da giocare, il Francia è in attacco, pressione di Alessandro Alberti sulla rimessa, imboscata di Magnani, palla recuperata e servita a Martini fermato fallosamente. Percorso netto ai liberi per il centro argentano, +7 e partita in ghiaccio, prima che Magnani e nuovamente Martini dalla lunetta fissino il punteggio finale sul 91-80.

Tabellini

Cestistica: Magnani 2, Alberti D. 22, Demartini 8, Bonora, Federici, Alberti A. 5, Zanirato 2, Quaiotto 20, Montaguti 12, Malagolini 10, Nicoletti, Martini 10. All. Bacchilega.

Francesco Francia: Degregori 17, Bavieri 6, Bianchini, Righi 7, Zappoli 4, Ramini 10, Bonaiuti 4, Masina 3, Tubertini 10, Vivarelli 4, Almeoni 15. All. Cavicchi.